eventi

“Microcammino Onlus” a Bolzano

Giovedì 28 febbraio 2013, a Bolzano, presso CONDITO in Via Crespi 37, si terrà una presentazione del  lavoro fin qui svolto, dalla associazione “Microcammino Onlus”, quello in cantiere e quello che ci proponiamo di sviluppare a favore della popolazione che vive nel Distretto di Koinadugu in Sierra Leone. La serata, alla quale partecipa il presidente della associazione Augusto Castagna, avrà inizio alle ore 20.00

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Sintesi dell’intervento di Peter Bayuku Konteh al convegno che si è tenuto a Ferrara (23 – 25 maggio) promosso da Federutility sul tema:

“ Politiche ed azioni per l’acqua nei Paesi in via di sviluppo”

Come siamo messi per quanto riguarda l’acqua? Qual è la situazione nella mia Regione, Koinadugu District?

E’ la Regione più grande della Sierra Leone, ma la più povera e arretrata perché è la più isolata, è montagnosa, lontana dalla capitale e al confine con la Guinea. Inoltre ha una popolazione, sparsa sul territorio molto grande, di soli 300.000 abitanti. In questa Regione il problema dell’accesso all’acqua è ancora peggiore che a livello nazionale. Più dell’80% della popolazione lavora nel settore dell’agricoltura primitiva dove non esiste la possibilità di irrigazione dei terreni. L’80% della popolazione vive senza acqua potabile e il 65% non usa nessun tipo di latrina, fatti che hanno un severo impatto sulle condizioni di salute. Dunque, la mancanza di acqua potabile, la scarsa igiene e l’assenza di fognature sono le cause principali delle più diffuse malattie, spesso mortali, come la malaria, il tifo, il colera, la diarrea, le infezioni intestinali e respiratorie.

Tre sono le fondamentali modalità con cui la gente si procura l’acqua: il 5% usa l’acqua che fuoriesce dalla terra, il 33% l’acqua dei pozzi con pompa a mano, ce ne sono 694 nella Regione, il 62% ricorre all’acqua dei corsi d’acqua e dei fiumi o raccoglie l’acqua piovana, che però non è possibile conservare nel tempo. Attualmente comunque la costruzione di pozzi è la via principale e più abbordabile per noi, infatti il regalo più bello che la gente può ricevere, oltre alle scuole e ai centri di salute, è la costruzione di un pozzo per la collettività.

In conclusione, anche se tanti non lo sanno o non lo pensano, la realtà è che si costruisce una nazione soprattutto con l’acqua, che è la vita, la pace e la speranza.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Sabato 14 aprile 2012 presso il Circolo ARCI Pessina   Via San Bernardo 17, MI   (accanto alla Abbazia di Chiaravalle) si è tenuta una  RISOTTATA SOLIDALE A FAVORE DI “MICROCAMMINO”  un progetto pilota rivolto alla popolazione che vive nella Regione di Koinadugu nel nord della Sierra Leone.

Prima della cena sono stati proiettati DVD realizzati nei villaggi del distretto, commentati da amici che hanno visitato la zona.  Era presente Peter Bayuku Konteh che ha illustrato un bilancio della sua attività di governatore e ha annunciato i progetti sui quali concentrerà il suo prossimo impegno. La serata è stata partecipata da circa 150 amici.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§ù

Il 2 marzo 2012, l’ Associazione “Microcammino Onlus” che sostiene  un progetto pilota rivolto alla popolazione che vive nella Regione di Koinadugu nel nord della Sierra Leone ha promosso presso la sede del CAM in C.so Garibaldi 27 – Milano, con il patrocinio del Consiglio  di Zona 1, un incontro pubblico sul tema: “Proposte per supportare la Sierra Leone nella sua  partecipazione all’EXPO”. Con la partecipazione della  Dott.ssa Claudia Sorlini – professore della Facoltà di Agraria della Università di Milano – delegata dal Rettore alla Cooperazione Internazionale per lo sviluppo.

L’Expo 2015 sarà uno straordinario evento universale che darà visibilità alla tradizione, alla creatività e all’ innovazione nel settore dell’alimentazione. Tra gli obbiettivi: rafforzare la qualità e la sicurezza dell’alimentazione, vale a dire la sicurezza di avere cibo a sufficienza per vivere e la certezza di consumare cibo sano e acqua potabile;  assicurare un’alimentazione sana e di qualità a tutti gli esseri umani per eliminare la fame, la sete, la mortalità infantile e la malnutrizione che colpiscono oggi 850 milioni di persone sul Pianeta, debellando carestie e pandemie.

Il tema di expo:  nutrire il Pianeta, Energia per la Vita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...