Buon lavoro Cecile

images9L’Italia ha un ministro africano. Anzi, africana. Si chiama Cecile Kyenge, è un medico ed è nata in Congo. Non è un segnale da poco: questo governo nasce in una situazione di emergenza, in uno dei momenti più confusi della storia italiana recente, una di quelle situazione che possono evolvere in qualsiasi direzione, anche quelle più pericolose e indesiderate. Eppure, in un contesto nel quale l’importante era avere “un” governo che potesse legiferare e guidare il paese si è trovato lo spazio per nominare un ministro all’integrazione e, per coerenza, lo si è scelto tra i cittadini di origini straniere. Mi sembra non si tratta di cosa da poco. Il messaggio di questa scelta mi sembra evidente: in un momento di difficoltà gli stranieri che hanno scelto di vivere nel nostro paese sono una risorsa e non un problema. Nell’Italia della crisi, della disoccupazione e della disperazione di interi strati sociali gli stranieri vengono considerati una speranza. Non era necessario un ministro per scoprirlo, basta andare in giro per le nostre città per vedere schiere di badanti ucraine o bielorusse che si occupano di persone anziane, oppure baby sitter latinoamericane, o venditori ambulanti maghrebbini nei mercati di quartiere, o africani che consegnano pacchi e merci con quei camion rossi con scritta bianca. Ora al governo c’è una loro rappresentante, Cecile Kyenge.

E’ africana e a chi scrive questo blog non poteva passare inosservata. Buon lavoro Cecile. (Blog a cura di Raffaele Masto e della rivista “Africa, missione e cultura”)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...