Lettera di Peter Bayuku Konteh

Il 6 settembre scorso a Kabala si sono svolte le primarie del mio partito APC, “ ALL PEOPLE CONGRESS” per la scelta del CHAIRMAN ( il candidato a Presidente della Regione di Koinadugu ) per le elezioni che ci saranno il 17 novembre. Eravamo 5 candidati da diverse tribù, i votanti erano 125 delegati.

Vi preciso che io appartengo alla tribù dei LIMBA.

Al primo turno mi ha battuto per 2 voti il candidato della tribù più numerosa  nella Regione, la tribù KURANKO, mentre gli altri 3 candidati non hanno avuto un grande consenso.

Al secondo turno purtroppo ho perso per 6 voti, eravamo rimasti in 2, io ed il candidato Kuranko.

Questo è proprio dovuto al fatto che tutti i delegati della tribù più numerosa, pressati dai capi tradizionali Kuranko, hanno voluto sostenere lui: pensano che un capo tradizionale debba essere capo per sempre e che le famiglie dei capi tradizionali, le famiglie reali, debbano conservare il loro potere per sempre, in una parola non comprendono che il sistema democratico moderno è diverso dalla tradizione che vuole un potere ereditario.

Tuttavia, avendo io perso, la gente è rimasta molto male, dato che l’80% della popolazione mi sostiene, avendo visto i sacrifici e le realizzazioni fatte dal 2008 in poi, anzi la gente è andata subito a fare una manifestazione, gettando pietre contro le case dei capi tradizionali e alcune loro macchine. Io ho invitato tutti alla calma e li ho tenuti tranquilli, perché bisogna comunque rispettare l’esito del voto.

Il fatto però è che ora il futuro del partito APC qui nella mia Regione di Koinadugu  è in discussione, perché la gente lo identificava con me ed i miei progetti  per loro. Inoltre il candidato Kuranko che i delegati hanno votato non è conosciuto qua e la gente vuole vendicarsi, votando contro di lui alle elezioni generali del 17 novembre ( si voterà sia per il Presidente e il Parlamento nazionale che per i Consigli Regionali ), poiché è stato sostenuto dai capi tradizionali.

Ora il Partito è molto preoccupato, rischia di perdere i voti di una Regione, appunto Koinadugu, importante nel nord del Paese, dove territorialmente e tradizionalmente raccoglie più consensi.

Il Presidente,  preoccupato per tale situazione, mi ha invitato a Freetown e, alla presenza dell’esecutivo del partito, di 6 Ministri e anche di una delegazione di 15 persone da Koinadugu,  mi ha pubblicamente detto che mi darà un incarico nel governo centrale.

Io all’inizio sono rimasto un po’ male  e deluso, ma sono sereno perché dal 2008 ho lavorato tanto e continuerò a lavorare per lo sviluppo di Koinadugu e della Sierra Leone.

Mi darò da fare, come sempre e come potrò, nell’interesse della mia gente.

Un abbraccio forte

Peter Bayuku

Kabala 23 settembre 2012

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...